ETHICA SOCIETAS-Rivista di scienze umane e sociali
Massimiliano Mancini NOTIZIE Privacy

L’INTERVENTO INTEGRALE DI PASQUALE STANZIONE A STATE OF PRIVACY 2022 [CON VIDEO], Massimiliano Mancini

Il ruolo e le sfide attuali per l’autorità Garante secondo il suo presidente, verso una civiltà digitale che contrasti gli eccessi del capitalismo digitale

Abstract: Il video integrale dell’intervento del prof. Pasquale Stanzione, che è stato anche intervistato dalla nostra testata, presidente del collegio del Garante per la protezione dei dati personali, in occasione dell’evento “State of Privacy ’22”, che si è tenuto a Napoli, nel Museo ferroviario di Pietrarsa, il 23 settembre 2022, dov’é stato firmato il Manifesto di Pietrarsa da parte di tutte le principali istituzioni a tutela dei minori. Una riflessione ampia sulle prossime sfide del Garante e sul contesto sociale dominato dal capitalismo delle piattaforme, affinché si possa promuovere una vera civiltà digitale che definisca i perimetri e i parametri del vero progresso tecnologico, governato e non subito dagli esseri umani.

Keywords: #stateofprivacy #stateofprivacy22 #pietrarsa #privacy #protezionedatipersonali #garanteperlaprotezionedeidatipersonali #GDPR #GarantePrivacy #PasqualeStanzione #ethicasocietasupli #ethicasocietasrivista #ethicasocietas #ethicasocietasrivista #rivistascientifica #scienzeumane #scienzesociali

L’intervento

Massimiliano Mancini

Massimiliano Mancini, direttore di Ethica Societas, rivista di scienze umane e sociali.

Pasquale Stanzione

Pasquale Stanzione, avvocato e professore ordinario di Istituzioni di diritto privato (1980 -2015) presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Salerno e preside della stessa Facoltà (2000-2008), e professore straordinario presso della Link Campus (dal 2015), componente del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa (2005-2009), fondatore e curatore della rivista on line “Comparazione e diritto civile” e della Collana scientifica dallo stesso titolo (dal 2010), giudice tributario della Commissione provinciale di Salerno (1993 -2007), componente della Scuola superiore dell’avvocatura del CNF (dal 2015), consigliere della Banca d’Italia, Filiale di Salerno (dal 1996), componente del Collegio di garanzia del CONI (dal 2014), componente del consiglio di amministrazione del Parco archeologico di Paestum (dal 2015), presidente dei Giuristi cattolici della Diocesi di Salerno (dal 1998) e componente del Consiglio centrale dell’UGCI (dal 2000). Presidente del collegio del Garante per la protezione dei dati personali.

Nell’intervento, riportato integralmente nel video, il prof.Pasquale Stanzione,  presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, in apertura della grande manifestazione “State of privacy” che si è svolta il 23 settembre 2022 al Museo ferroviario di Pietrarsa (NA) ha parlato dei «nuovi orizzonti  sui quali si proietta il diritto alla privacy» senza «dimenticare da dove veniamo, quali esigenze profonde fossero sottese all’istituzione dell’Autorità: la libertà!».

Nella prospettiva dell’immediato futuro, il Garante deve rivolgere la propria attenzione a [vedasi video 1’46” dall’inizio] «i nuovi territori che si dovranno esplorare, dai neurodiritti alla gig economy, terreno sul quale il capitalismo delle piattaforme rischia di riprodurre nuove e più insidiose forme di caporalato».

Appare quindi fondamentale interagire con «il legislatore e, rispettivamente, con gli altri organi europei, sino a ipotizzare un vero e proprio ‘manifesto’ enunciante alcuni possibili obiettivi da perseguire nei prossimi anni». Quindi [vedasi video 2’17” dall’inizio]«Nell’analizzare questi aspetti e nel delineare alcune possibili direttrici da seguire, sempre netta sarà la consapevolezza del fatto che, per quanto nuovi e diversi, rispetto a 25 anni fa, possano essere i contesti, identica resta l’esigenza di tutelare la persona rispetto ai rischi di un uso distorsivo della tecnica, con il suo eccesso di mezzi e la sua povertà di fini”.

Altra caratteristica peculiare dell’Autorità è la [vedasi video 3’04” dall’inizio] «la trasversalità dell’azione del Garante, tra le pochissime autorità deputate alla tutela non già di un settore ma di un diritto fondamentale in qualunque contesto».

Il diritto alla privacy è stato «oggetto di un processo di progressiva democratizzazione, di piena affermazione di un diritto, sempre più, di tutti e di tutte e, soprattutto, degli ultimi, a dimostrazione di quella ontologia sociale del diritto di cui scriveva John Searle. Nato e percepito in origine come tradizionale prerogativa borgese, il diritto alla privacy si è progressivamente affermato, anzi in Italia grazie allo Statuto dei lavoratori [la legge 300/70 n.d.r.] già negli anni ’70, e si è mostrato come potente strumento di redistribuzione che, sempre più, deriva dal sapere, dalle informazioni e, dunque, dai dati. È quello che Stefano Rodotà definiva il passaggio dal segreto al controllo del potere informativo».

Il diritto alla privacy si è evoluto, da baluardo di difesa [vedasi video 5’40” dall’inizio] «dallo sguardo indiscreto della stampa per divenire sempre di più garanzia dell’utente della rete dal potere soverchiante delle piattaforme, difesa del minore dal cyberbullismo o dall’istigazione all’autolesionismo, presupposto di riservatezza delle scelte sanitarie e quindi del diritto alla vita. Questo è stato reso possibile anche promuovendo una sempre più necessaria pedagogia digitale, a partire dalla consapevolezza di ciascuno dell’importanza di proteggere i propri dati, la propria libertà».

La protezione dei dati ha [vedasi video 7’20” dall’inizio] «una funzione ausiliaria della corretta dinamica democratica rispetto al rischio di alterazione profonda delle sue prerogative e di asservimento tecnologico dell’uomo. La disciplina della privacy sta favorendo infatti la responsabilizzazione dei poteri privati ed emergenti e progressivamente affermatisi nel contesto di un vero capitalismo delle piattaforme. E, del resto, è determinante il contributo offerto dalla protezione dei dati rispetto una tecnica sempre più ingiuntiva, demiurgica, preventiva e quindi deformativa, affinché non degeneri in egenmonia distopica dell’algoritmo in una gabbia di purissimo acciaio ma promuova una vera civiltà digitale, intendendo per tale un contesto sociale dove la direzione dell’innovazione sia sempre agita e non subita dall’uomo, a partire dalla definizione delle coordinate assiologiche in cui iscrivere lo sviluppo tecnologico».

ALTRI ARTICOLI SULL’EVENTO STATE OF PRIVACY 22

INTERVISTA A PASQUALE STANZIONE PRESIDENTE GARANTE PRIVACY [CON VIDEO]

INTERVISTA A GUIDO SCORZA COMPONENTE GARANTE PRIVACY [CON VIDEO]

INTERVISTA A GINEVRA CERRINA FERONI VICE PRESIDENTE GARANTE PRIVACY [CON VIDEO]

INTERVISTA A MARCO MENEGAZZO COMANDANTE DEL GRUPPO GDF TUTELA PRIVACY [CON VIDEO]

DOMANI IL GRANDE EVENTO “STATE OF PRIVACY ’22” IN DIRETTA DALLE 9:30 ALLE 18:00

GLI ULTIMI 5 ARTICOLI SULLA PRIVACY

REGOLAMENTI COMUNALI SULLA VIDEOSORVEGLIANZA ILLEGITTIMI (E SPESSO ILLECITI)

2.000 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE AL COMUNE DI COLLEGNO (TO)

7.500 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE PER LA ASL DI FROSINONE

20.000 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE PER IL COMUNE DI ORTE (VT)

150.000 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE PER IL COMUNE DI TARANTO

LE ULTIME 5 INTERVISTE

INTERVISTA A DIEUDONNÉ NZAPALAINGA E LA SUA LOTTA PER LA PACE [CON VIDEO]

INTERVISTA A SABINA ZACCARO RESPONSABILE COMUNICAZIONE FAO [CON VIDEO]

INTERVISTA AD ANDREA SACCONE RESPONSABILE COMUNICAZIONE TOYOTA [CON VIDEO]

INTERVISTA A FOSCA NOMIS DI SAVE THE CHILDREN [CON VIDEO]

INTERVISTA A DANTE BRANDI [CON VIDEO]

GLI ULTIMI 5 ARTICOLI SU TEMATICHE SOCIALI E POLITICHE PUBBLICATI

L’UTILIZZO DELLA COMUNICAZIONE COME ARMA [CON VIDEO]

L’INTERVENTO DI MARIO DRAGHI AL MEETING 2022 DI RIMINI [CON VIDEO]

OVAZIONE PER MARIO DRAGHI AL MEETING 2022 DI RIMINI [CON VIDEO]

IL PROBLEMA NON ESISTE SE È LONTANO DAI NOSTRI OCCHI: LE STORIE CHE NON CI RACCONTANO

I GIORNI DELLA (R)ESISTENZA:RICORDI DI ORDINARIA PANDEMIA

Proprietà artistica e letteraria riservata © Ethica Societas UPLI (2022)

Related posts

2.000 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE AL COMUNE DI COLLEGNO (TO), Massimiliano Mancini

@Direttore

31 MAGGIO 1972, LA STRAGE DI PETEANO Massimiliano e Francesco Mancini

@Direttore

UN GRANDE CONVEGNO SULLA SICUREZZA URBANA

@Direttore