ETHICA SOCIETAS-Rivista di scienze umane e sociali
Francesco Mancini MAGAZINE Sociologia e Scienze Sociali Storia

SULLA DOVEROSA DISTINZIONE TRA STORIA E MEMORIA, di Francesco Mancini

Francesco Mancini

Abstract: I motivi del perché la storia vada sempre compresa, analizzata e studiata, a discapito delle emozioni e dei sentimenti, da cui scaturisce la memoria. 

Keywords:  #scienzapolitica #memoria #analisi #storia #scienzeumane #scienzesociali #marcbloch #FrancescoMancini #ethicasocietas #rivistaethicasocietas.

 


La storia e la memoria sono due concetti che spesso vengono confusi o utilizzati in modo intercambiabile, ma che in realtà si riferiscono a cose diverse.

La storia è il racconto documentato degli eventi passati, mentre la memoria è il modo in cui le persone ricordano e interpretano gli stessi eventi. La storia è scritta dagli storici, che cercano di analizzare i fatti del passato utilizzando fonti affidabili, documenti e testimonianze. Essi cercano di rimanere imparziali e di guardare agli eventi in modo critico, alla luce dei dati disponibili. In questo modo, la storia si presenta come un racconto oggettivo degli eventi, basato su una documentazione accurata e su un metodo scientifico di ricerca e interpretazione.

La memoria, invece, si riferisce al modo in cui le persone ricordano e interpretano gli eventi passati in base alle loro esperienze personali, alle loro emozioni e ai loro punti di vista. È soggettiva e spesso emotiva: le persone possono ricordare gli eventi passati in modo diverso, e la loro interpretazione degli eventi può essere influenzata da fattori culturali, sociali e psicologici.

La distinzione tra i due temi è essenziale, perché ci aiuta a comprendere la natura e le limitazioni di entrambi i concetti.

La storia ci fornisce un quadro oggettivo e documentato degli eventi passati, ma spesso non riesce a catturare la complessità delle esperienze umane e le molteplici voci delle persone che hanno vissuto quegli eventi. La memoria, al contrario, ci fornisce un’esperienza più intima ed emotiva degli eventi passati, ma spesso è soggetta a errori e distorsioni, volontari o meno.

Inoltre, entrambe hanno un rapporto dinamico e complesso, poiché la memoria può influenzare la stesura della storia e la storia può influenzare la memoria. Ad esempio, la storia può contribuire a creare una memoria collettiva di un evento o di un periodo storico, che a sua volta può influenzare le interpretazioni successive degli stessi eventi. Volendo fare un altro esempio: se in famiglia si è tutti fascisti, perché il nonno raccontava di come a quei tempi andasse tutto bene, era tutto in ordine, e che i veri criminali sono i partigiani, perché gli hanno rubato il bestiame, ecc. questa è una applicazione della memoria, ma che chiaramente distorce quella che poi è la storia vera. La storia dei fatti, quella vera, non può venire distorta dalla memoria, ma può avere diversi punti di vista che ci aiutano in questa lettura degli eventi.

Ne consegue anche, che la storia non può semplicemente essere ridotta a pura nozionistica o ancora meno, a un qualcosa di astratto e lontano. Citando Marc Bloch con la sua Apologia della Storia, si tratta della “scienza degli uomini nel tempo”: oggetto dell’indagine storica non sono concetti quali i fatti o gli eventi,  e neanche il passato, bensì l’uomo, le sue azioni e i suoi pensieri, lungo il tempo.

La storia e la memoria sono due concetti distinti che ci aiutano a comprendere il passato e a costruire il nostro futuro. La comprensione di queste differenze ci consente di utilizzare entrambi i concetti in modo efficace, sia per capire il nostro passato che per plasmare il nostro futuro.


GLI ULTIMI 5 ARTICOLI DELLLO STESSO AUTORE

IL GIORNO DEL RICORDO DI UN GENOCIDIO NEGATO SE NON GIUSTIFICATO

CAPIRE LA GUERRA IN UCRAINA: 1) DAGLI ZAR ALL’UNIONE SOVIETICA

21 GENNAIO 1921: RESOCONTO DI UNA SCISSIONE

IL NUOVO GOVERNO MELONI [CON VIDEO]

GIORGIA MELONI RICEVE L’INCARICO SENZA RISERVA, DIRETTA DAL QUIRINALE [CON VIDEO]

GLI ULTIMI 5 ARTICOLI PUBBLICATI

LA NOTIFICA DEGLI ATTI CON LA NUOVA PIATTAFORMA NOTIFICHE DIGITALI

LA TUTELA DELL’AMBIENTE NEL RISPETTO DELLA PRIVACY AL CONVEGNO DI SEGNI [CON VIDEO]

PATROCINIO DEI GIORNALISTI E DEGLI AVVOCATI AL CONVEGNO DI SULMONA DEL PROSSIMO 28/02/23

12.000 EURO DI SANZIONE DAL GARANTE AL COMUNE DI SALENTO (SA)

IL CONDUCENTE ABBAGLIATO DEVE FERMARSI (Cassazione 4155/2023)


Copyright Ethica Societas, Human&Social Science Review © 2023 by Ethica Societas UPLI onlus.
ISSN 2785-602X. Licensed under CC BY-NC 4.0   

Related posts

LA DICHIARAZIONE ANTIFASCISTA DI GIORGIA MELONI, Francesco Mancini

@Direttore

L’EREDITÀ CULTURALE DELLA MARCHESA NEL PREMIO A LEI DEDICATO, Massimiliano Mancini

@Direttore

IL FUTURO PROSSIMO DELLA SCUOLA, Francesco Mancini

@Direttore