ETHICA SOCIETAS-Rivista di scienze umane e sociali
Diritto Massimiliano Mancini NOTIZIE

PUBBLICATO IL DECRETO DI MODIFICA AL CDS Massimiliano Mancini

Il testo, anticipato ieri, apporta importanti modifiche normative sulla mobilità elettrica in attuazione del PNRR

Abstract: È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto-legge 16 giugno 2022 n.68., che avevamo anticipato ieri appena approvato, con diverse modifiche al Codice della Strada, in particolare per favorire la mobilità elettrica, secondo quanto previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Cambia anche il nome del «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» sono sostituite dalle seguenti: «Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili».

Keywords: #PNRR #nextgenerationUE #diritto #dirittocircolazionestradale #decretoinfrastrutturebis #cds #mobilitaelettrica #transizioneecologica #transizionecologica #domenicocarola #ethicasocietas #ethicasocietasrivista #rivistascientifica #scienzeumane #scienzesociali #ethicasocietasupli

di Massimiliano Mancini

Il testo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68

Art. 1. Misure di accelerazione per la realizzazione delle opere per la viabilità della città di Roma e il Giubileo 2025

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 2. Misure urgenti in materia di costruzione, manutenzione e messa in sicurezza delle dighe, nonché di controllo sul loro esercizio

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 3. Adeguamento infrastrutturale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 4. Misure urgenti in materia di trasporto marittimo di passeggeri, di adeguamenti infrastrutturali portuali e per la laguna di Venezia

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 5. Disposizioni urgenti per la funzionalità dell’impianto funiviario di Savona

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 6. Disposizioni in materia di trasporto aereo

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 7. Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e circolazione stradale e di infrastrutture autostradali

1. Al fine di ridurre gli oneri amministrativi a carico dell’utenza, di favorire lo sviluppo della mobilità sostenibile, nonché di incrementare la sicurezza della circolazione
stradale, al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all’articolo 24:
1) al comma 4, primo periodo, dopo le parole: «manufatti per il rifornimento» sono inserite le seguenti: «e la ricarica dei veicoli»;
2) al comma 5, dopo le parole: «da aree di servizio» sono inserite le seguenti: «, da aree per la ricarica dei veicoli,»;
3) al comma 5 -bis , dopo le parole: «dei servizi di distribuzione di carbolubrificanti» sono inserite le seguenti: «, delle norme che disciplinano l’installazione e la gestione distazioni di ricarica elettrica»; b) all’articolo 47, al comma 2, lettera a) , i capoversi categoria L1e, categoria L2e, categoria L3e e categoria L4e sono sostituiti dai seguenti:
«- categoria L1e: veicoli a due ruote la cilindrata del cui motore non supera i 50 cc per i motori a combustione interna ad accensione comandata, la cui potenza del motore elettrico non supera i 4 kW e la cui velocità massima di costruzione non supera i 45 km/h;
– categoria L2e: veicoli a tre ruote la cilindrata del cui motore non supera i 50 cc per i motori a combustione interna ad accensione comandata o non supera i 500 cc  per i motori a combustione interna ad accensione spontanea, la cui potenza del motore elettrico non supera i 4 kW, la cui massa in ordine di marcia non supera i 270 kg e la cui velocità massima di costruzione non supera i 45 km/h;
– categoria L3e: veicoli a due ruote che non possono essere classificati come appartenenti alla categoria;
– categoria L4e: veicoli a tre ruote asimmetriche rispetto all’asse longitudinale mediano, costituiti da veicoli di categoria L3e dotati di sidecar, con un numero
massimo di quattro posti a sedere incluso il conducente
e con un numero massimo di due posti per passeggeri nel
sidecar;»;
c) all’articolo 50:
1) al comma 1, dopo le parole «potenza nominale continua massima di 0,25 KW» sono inserite le seguenti: «, o di 0,5 KW se adibiti al trasporto di merci,»;
2) al comma 2 è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «I velocipedi adibiti al trasporto di merci devono avere un piano di carico approssimativamente piano e orizzontale, aperto o chiuso, corrispondente al seguente criterio: lunghezza del piano di carico × larghezza del piano di carico ≥ 0,3 × lunghezza del veicolo × larghezza massima del veicolo.»;
3) dopo il comma 2 sono aggiunti i seguenti:
«2 -bis . I velocipedi a pedalata assistita non rispondenti ad una o più delle caratteristiche o prescrizioni indicate nel comma 1 sono considerati ciclomotori ai sensi
e per gli effetti dell’articolo 97.
2 -ter . Chiunque fabbrica, produce, pone in commercio o vende velocipedi a pedalata assistita che sviluppino una velocità superiore a quella prevista dal comma 1 è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.084 a euro 4.339. Alla sanzione da euro 845 ad euro 3.382 è soggetto chi effettua sui velocipedi a pedalata assistita modifiche idonee ad aumentare la potenza nominale continua massima del motore ausiliario elettrico o la velocità oltre i limiti previsti dal comma 1.».
d) all’articolo 97, dopo il comma 3 è inserito il seguente:
«3 -bis . In caso di trasferimento di residenza delle persone fisiche intestatarie di certificati di circolazione, l’ufficio competente del Dipartimento per la mobilità sostenibile procede all’aggiornamento dell’archivio nazionale dei veicoli (ANV), di cui agli articoli 225 e 226. A tal fine, i comuni danno notizia dell’avvenuto trasferimento di residenza per il tramite dell’archivio nazionale della popolazione residente (ANPR) non
appena eseguita la registrazione della variazione anagrafica. In caso di trasferimento della sede delle persone giuridiche intestatarie di certificati di circolazione, l’aggiornamento dell’archivio nazionale dei veicoli è richiesto dalle medesime persone giuridiche all’ufficio competente del Dipartimento per la mobilità sostenibile o a uno dei soggetti di cui alla legge 8 agosto 1991, n. 264, abilitati al collegamento telematico con il centro elaborazione dati del Dipartimento stesso entro trenta giorni dal trasferimento.»;
e) all’articolo 116, comma 3, la lettera f) è sostituita dalla seguente:
« f) B:
1) autoveicoli la cui massa massima autorizzata non supera 3500 kg e progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto persone oltre al conducente; ai veicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio avente una massa massima autorizzata non superiore a 750 kg. Agli autoveicoli di questa categoria può essere
agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata superi 750 kg, purché la massa massima autorizzata di tale combinazione non superi 4250 kg. Qualora tale
combinazione superi 3500 chilogrammi, è richiesto il superamento di una prova di capacità e comportamento su veicolo specifico. In caso di esito positivo, è rilasciata
una patente di guida che, con un apposito codice comunitario, indica che il titolare può condurre tali complessi di veicoli;
2) veicoli senza rimorchio adibiti al trasporto di merci, alimentati con combustibili alternativi di cui all’articolo 2 della direttiva 96/53/CE del Consiglio del 25 luglio 1996 e con una massa autorizzata massima superiore a 3500 kg ma non superiore a 4250 kg, a condizione che la massa superiore ai 3500 kg non determini aumento della capacità di carico in relazione allo stesso veicolo e sia dovuta esclusivamente all’eccesso di massa
del sistema di propulsione in relazione al sistema di propulsione di un veicolo delle stesse dimensioni dotato di un motore convenzionale a combustione interna ad accensione comandata o ad accensione a compressione. In tali casi, la patente di guida deve essere conseguita da almeno due anni;»;
f) all’articolo 117, comma 2 -bis , dopo il secondo periodo è inserito il seguente: «Per le autovetture elettriche o ibride plug-in, il limite di potenza specifica è di 65 kW/t compreso il peso della batteria.»;
g) all’articolo 120:
1) la rubrica è sostituita dalla seguente: «Requisiti morali per ottenere il rilascio della patente di guida e disposizioni sull’interdizione alla conduzione di velocipedi a pedalata assistita»;
2) dopo il comma 6 è aggiunto il seguente:
«6 -bis . Nei confronti dei soggetti indicati dal comma 1, il giudice con la sentenza di condanna o con l’applicazione di una misura di sicurezza o di prevenzione, ovvero il prefetto con l’irrogazione dei divieti di cui agli articoli 75, comma 1, lettera a) , e 75 -bis , comma 1, lettera f) , del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990, può disporre l’interdizione dalla conduzione dei velocipedi a pedalata assistita di cui all’articolo 50, comma 1, fatti salvi gli effetti di provvedimenti riabilitativi e, per i soggetti destinatari dei predetti divieti, per tutta la loro durata. Nell’ipotesi
di cui al comma 2, il prefetto con il provvedimento di revoca della patente di guida può disporre l’applicazione dell’ulteriore misura dell’interdizione dalla conduzione
dei predetti velocipedi. Avverso il provvedimento interdittivo del prefetto è ammesso ricorso ai sensi del comma 4. La violazione della misura interdittiva di cui al presente comma è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 a euro 7.000 ed è disposta la confisca del mezzo.»;
h) all’articolo 126:
1) al comma 8, le parole «La validità» sono sostituite dalle seguenti: «Fatto salvo quanto previsto dal comma 8 -ter , la validità» e le parole «Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici », ovunque ricorrano, sono sostituite dalle seguenti «Dipartimento per la mobilità sostenibile»;
2) dopo il comma 8 -bis è inserito il seguente:
«8 -ter . Qualora una patente di guida sia scaduta da più di cinque anni, la conferma della validità è subordinata anche all’esito positivo di un esperimento di guida finalizzato a comprovare il permanere dell’idoneità tecnica alla guida del titolare. A tal fine, gli uffici periferici del Dipartimento per la mobilità sostenibile rilasciano, previa acquisizione della certificazione medica di cui al comma 8 e su richiesta del conducente, una ricevuta di prenotazione dell’esperimento di guida, valida per condurre il veicolo fino al giorno della prova. L’esperimento di guida consiste nell’esecuzione di almeno una delle manovre e
almeno tre dei comportamenti di guida nel traffico previsti per la prova di verifica delle capacità e dei comportamenti per il conseguimento della patente della medesima
categoria di quella posseduta. Se, il giorno della prova, il conducente che deve sottoporsi all’esperimento di guida è assente, o nel caso di esito negativo dell’esperimento, la patente è revocata.»;
3) al comma 9 è aggiunto, in fine, il seguente periodo:
«Si applicano le disposizioni di cui al comma 8 -ter .»;
4) al comma 10, dopo le parole: «Direzione generale per la motorizzazione» sono inserite le seguenti: «per i servizi ai cittadini ed alle imprese in materia di trasporti e di navigazione» e le parole «Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici» sono sostituite dalle seguenti: «Dipartimento per la
mobilità sostenibile»;
5) al comma 10 -bis , le parole: «Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici» sono sostituite dalle seguenti: «Dipartimento per la mobilità sostenibile» e le parole «Ministero delle infrastrutture e dei trasporti» sono sostituite dalle seguenti: «Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili»;
i) all’articolo 190, comma 7, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Le macchine per uso di persone con disabilità possono, altresì, circolare sui percorsi ciclabili e sugli itinerari ciclopedonali, nonché, se asservite da motore, sulle piste ciclabili, sulle corsie ciclabili, sulle corsie ciclabili per doppio senso ciclabile e sulle strade urbane ciclabili.».
2. Con decreto del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, sono definite le modalità di annotazione sul documento unico dell’eccesso di massa connesso al sistema di propulsione installato, nonché di aggiornamento del documento unico già rilasciato. L’efficacia della disposizione di cui al comma 1, lettera e) , è subordinata alla definizione della procedura di consultazione della Commissione europea ai sensi della direttiva 96/53/CE del Consiglio del 25 luglio 1996 e la medesima disposizione di cui al comma 1, lettera e) , si applica ai veicoli per i quali il documento di circolazione riporta le
indicazioni di cui al primo periodo.
3. All’articolo 33 -bis , comma 1, primo periodo, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8, le parole «di dodici mesi» sono sostituite dalle seguenti: «di ventiquattro mesi».
4. Al fine di contenere gli oneri finanziari a carico dell’utenza, dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022 e comunque non oltre la conclusione della verifica della sussistenza delle condizioni per la prosecuzione dell’attuale rapporto concessorio delle autostrade A24 e A25, ove tale conclusione sia anteriore alla data del 31 dicembre 2022, è sospeso l’incremento delle tariffe di pedaggio delle autostrade A24 e A25. Per la durata del periodo di sospensione, si applicano le tariffe di pedaggio vigenti alla data del 31 dicembre 2017.

Art. 8. Disposizioni urgenti in materia di trasporto pubblico locale e regionale

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 9. Interventi urgenti per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

8. All’articolo 121 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) ai commi 3 e 4, le parole «Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici» sono sostituite dalle seguenti: «Ministero delle infrastrutture
e della mobilità sostenibili»;
b) al comma 5, le parole «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» sono sostituite dalle seguenti: «Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili»;
c) al comma 5 -bis , le parole «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» sono sostituite dalle seguenti:
«Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili» e l’ultimo periodo è sostituito dal seguente: «La Direzione generale del personale, del bilancio, degli affari generali e
della gestione sostenibile del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili provvede a un controllo di qualità sul predetto personale e a una formazione periodica
dello stesso, secondo modalità e programmi indicati dal Dipartimento per la mobilità sostenibile.».

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 10. Disposizioni urgenti in materia di opere pubbliche di particolare complessità o di rilevante impatto, nonché per la funzionalità del Consiglio superiore dei lavori pubblici

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 11. Disposizioni urgenti sull’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 12. Misure in materia di funzionamento della Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale VIA e VAS e della Commissione tecnica PNRR-PNIEC

[…omissis… Vedasi il testo completo del decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.]

Art. 13. Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la
conversione in legge.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.
Dato a Roma, addì 16 giugno 2022

MATTARELLA
DRAGHI, Presidente del Consiglio dei ministri
GIOVANNINI, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili
FRANCO, Ministro dell’economia e delle finanze
Visto, il Guardasigilli: CARTABIA

IL TESTO COMPLETO DEL: Decreto-legge 16 giugno 2022 n.68.

GLI ULTIMI 5 ARTICOLI SUL DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE

IN ANTEPRIMA IL DECRETO INFRASTRUTTURE BIS

NOVITÀ PER IL PERMESSO PROVVISORIO DI GUIDA

IL CDS NON PUÒ VIETARE L’UTILIZZO DELLE TARGHE ESTERE

È OPERATIVO IL NUOVO CONTRASSEGNO DISABILI EUROPEO

ILLEGITTIMI GLI IMPIANTI PUBBLICITARI CHE GENERANO CONFUSIONE

GLI ULTIMI ARTICOLI SUL PNRR

PNRR E RAPPORTO TRA STATO E AUTONOMIE LOCALI AL FESTIVAL DELL’ECONOMIA DI TRENTO

IL GOVERNATORE BANKITALIA AL FESTIVAL DELL’ECONOMIA DI TORINO

 

Proprietà artistica e letteraria riservata © Ethica Societas UPLI (2022)

Related posts

IL GOVERNATORE BANKITALIA AL FESTIVAL DELL’ECONOMIA DI TORINO (Parte 3) Massimiliano Mancini

@Direttore

PREMIO MARGUTTA-MODART 2022 [CON VIDEO], Massimiliano Mancini, Federica D’Arpino

@Direttore

GLI EFFETTI DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO: 09/08/2022 MONTEFORTE IRPINO [CON VIDEO], Massimiliano Mancini

@Direttore