ETHICA SOCIETAS-Rivista di scienze umane e sociali
Massimiliano Mancini NOTIZIE

DA PALADINA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE A VITTIMA

di Massimiliano Mancini

UNA GIOVANE DONNA COME TANTE, IN UNA CITTÀ TRANQUILLA COME TANTE, UCCISA, COME TANTE, DALL’EX!

 

Abstract: a Frosinone, una città tranquilla come tante, è stata uccisa con 15 coltellate una giovane donna come tante, paladina contro la violenza sulle donne, uccisa dall’ex come in tanti casi, perché il male è banale come l’ignoranza, come la cultura del patriarcato, che sopravvive indisturbata se non tollerata intorno a noi e in mezzo a noi.

Keywords: #femminicidio #omicidiofrosinone #frosinone #lazio #rominadecesare #massimilianomancini #ethicasocietas #ethicasocietasrivista #rivistascientifica #ethicasocietasrivistadiscienzeumanesociali #scienzeumane #scienzesociali #ethicasocietasupli #upli #unionepolizialocaleitaliana

 

[foto di Massimiliano Mancini]

Un altro femminicidio, come tanti!

3 maggio 2022 a Frosinone, una sorniona città come tante, dove il grande crimine è apparentemente lontano.

#RominaDeCesare, originaria della provincia di Isernia, 36 anni, barista e commessa, una ragazza tranquilla come tante, solare e gioiosa nelle sue foto sui social, impegnata contro la violenza sulle donne.

Lo scorso 18 novembre 2021 sul suo profilo facebook scriveva:

Correte tutti da acqua e sapone [dove era commessa ndr] ad acquistare 2 prodotti charity per ricevere in omaggio questo braccialetto rosa e combattere così la violenza sulle donne…

…non solo voi donne, ma anche voi uomini…e regalatelo a vostra moglie, vostra figlia, vostra madre, vostra sorella…vi distinguerete così da chi le donne, invece di rispettarle, le maltratta…

STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE! #acquaesaponeforcharity

Sempre lo stesso copione.

Intorno alle 17.30 di oggi i Carabinieri sono intervenuti nei pressi del noto stabilimento “Saporetti” in località Torre Paola di Sabaudia, dove era stato segnalato un uomo che faceva il bagno nudo.

I militari hanno fermato #PietroIalongo, ex fidanzato di Romina De Cesare, 38 anni e anche lui originario del Molise, era in stato confusionale e farfugliava frasi sconnesse, ora è piantonato presso il nosocomio Santa Maria Goretti del capoluogo pontino.

Aveva lasciato l’auto Audi A4 a una notevole distanza, a San Felice Circeo, nella zona di Punta Rossa, e il particolare ha fatto capire agli investigatori che Ialongo ha camminato a piedi per chilometri.

L’ex fidanzato e i genitori non avevano notizie dal giorno precedente e avevano allertato le forze di polizia, nel mentre i carabinieri sono riusciti a recuperare l’indirizzo dell’uomo a Frosinone, e sul posto, in piazza Plebiscito, si è recata una volante della Polizia.

Ora ci diranno che è stato un raptus, come sempre.

Sfondata la porta dell’appartamento, gli agenti hanno trovato Romina De Cesare massacrata con ben quindici coltellate tra addome e torace, il corpo esanime ritrovato sul letto della sua abitazione in via del Plebiscito nel cuore del centro storico della città capoluogo della tranquilla Ciociaria.

Eppure le prime notizie raccolte da chi conosceva la ragazza parlano di stalking, di litigi con l’ex che non accettava la fine della storia, come se i sentimenti e le relazioni potessero imporsi, d’altronde chi prova un raptus può munirsi inavvertitamente di un coltello, puà percorrere quasi 60 km. per andare da Frosinone al mare?

Sempre le stesse storie, sempre le stesse scusanti a buon mercato, sempre il male che è banale come ci ha spiegato Hannah Arendt[1].

Una donna come tante, che voleva solo scegliere sui propri sentimenti e sulla propria vita.

Una donna serena, che si era lasciata da poco e aveva ritrovato la felicità in una nuova storia e, per questo, ha trovato la morte per mano di un uomo che di umano ha poco, che ha distrutto la vita di una donna considerata oggetto di sua proprietà piuttosto che soggetto dei suoi sentimenti.

Un omicidio, anzi un femminicidio come tanti, perché i mostri e le violenze contro le donne non avvengono altrove ma ovunque, intorno a noi tra di noi, spesso taciuti, spesso apparentemente nascosti, soprattutto dalla nostra indifferenza che ci fa credere che chiudendo la porta di casa resti tutto fuori il mondo marcio, quello che in fondo è un problema di altri.

“Sono intorno a noi, in mezzo a noi
In molti casi siamo noi a far promesse
Senza mantenerle mai se non per calcolo…”

[Qelli che ben pensano, Frankie hi-nrg mc[2] 1997]

Massimiliano Mancini

 

[1] Hannah Arendt (Hannover, 14 ottobre 1906 – New York, 4 dicembre 1975) è stata una politologa, filosofa e storica tedesca naturalizzata statunitense in seguito al ritiro della cittadinanza tedesca nel 1937. Tra il 1960 e il 1962 seguì il processo di Adolf Eichmann, un criminale nazista, dal quale prese spunto per scrivere “La banalità del male”.

[2] Frankie hi-nrg mc, pseudonimo di Francesco Di Gesù (Torino, 18 luglio 1969), è un rapper e produttore discografico italiano. Quelli che benpensano è la traccia più famosa del LP La corte dei miracoli, e ha ricevuto il premio come migliore canzone italiana dell’anno 1997.

LE ALTRE NOTIZIE SU QUESTO CASO:

SPIETATI CRIMINALI, SOTTO MENTITE SPOGLIE

 

Proprietà artistica e letteraria riservata © Ethica Societas UPLI (2022)

Related posts

DOMANI IL GRANDE EVENTO “STATE OF PRIVACY ’22” IN DIRETTA DALLE 9:30 ALLE 18:00

@Direttore

RISARCIMENTO DEL DANNO DA FERMO DEL VEICOLO: ONERE DELLA PROVA, Domenico Carola

@Direttore

A VIESTE SI RECUPERA LEGALITÀ E TERRITORIO, Massimiliano Mancini

@Direttore